La pelle grinzosa

La pelle grinzosa

La pelle grinzosa ha una sua geometria, ne percepisco la logica nelle pieghe avvizzite che attraversano il corpo in rete fitta. Pieghe dalla bellezza decadente, vagamente oblique, del tutto irrazionali. Sono cellule morte che non si rinnovano e portano dentro il passare degli anni. Tocco le braccia di una donna che soffre, i polpastrelli sfiorano il disegno del tempo, le tribolazioni scritte sull’intricato reticolo da un inchiostro indelebile color della pelle. Quel rosa giallognolo che hanno i ricordi, opachi e svaniti nella memoria perduta. Continua a leggere