La prova del miele

La prova del miele

L’ho trovato immobile, un romanzo ostinato, fatto di frammenti assemblati, di ricordi altalenanti, di ispirate citazioni. La narrazione statica è impresa ardua. Quando una trama vera e propria non c’è, i rischi sono altissimi, di non farsi capire, di essere travisati, di stancare. Quando, però, disseminate fra i capitoli, si incontrano verità lampanti, allora il valore si dispiega agli occhi di chi legge e ci si dimentica persino della mancanza di una storia. Continua a leggere