Dovunque tu vada, solo bagaglio a mano

Solo bagaglio a mano

Ai puristi di Romagnoli il parallelismo forse non piacerà.

A chi venera Kabat-Zinn, temo, nemmeno.

Cosa possano avere in comune un racconto autobiografico sul non essere ingombranti ed un manuale che approccia le tecniche di meditazione, è domanda legittima. Di dare una risposta convincente non so se son capace, ultimamente ragiono per assonanze, che non sempre son plausibili, anzi spesso sono ingannevoli; più per chi mi legge, che per me, a onor del vero. Continua a leggere