Mattino profumato


Sono malato.
Diagnosi tardiva, speranze di vita scarse, così dicono.
Non rimane molto tempo, giusto uno scampolo strappato di esistenza.
Nel mio amore per lei c’è tutto il mio egoismo.
Se vivo Margherita, quasi mi illudo di non dover morire.
Con rassegnazione affronto ciò che c’è da affrontare. Continua a leggere

Augusto*

Augusto

Prendo un taxi e mi faccio portare a S.Luca, voglio guardare Bologna da lassù, scendere a piedi dal Colle della Guardia fino a porta Saragozza.

La luce che c’è a San Luca, soprattutto nei giorni di sole, si rifrange a strati sul panorama circostante, come un’immagine su più livelli, alcuni nitidi, altri sfuocati. Continua a leggere