Su neve nebbia*

Poi, forse, un giorno vi darò conto di tutto,
degli affronti e dei pudori, delle mancanze come delle malefatte.

Ora non ho tempo, devo sommare le promesse ai bilanci, separare il torto dalla ragione, ripercorrere tutte le strade che ho abbandonato ancor prima di poterle capire.
Lasciatemi qui, da solo, a toccare con mano nuda la terra brumosa,
a socchiudere gli occhi quel tanto che basta per scorgere la nebbia che neve sfiora.

Che ne dici, Rebi, del mio epitaffio per questo 2018?”
“Dico, Gian caro, che un componimento così teatrale da te non me lo aspettavo.”
“Ti ho sorpresa, vero?”
“Vero.”
“Vorresti sorprendermi anche tu, declamandomi il tuo?”
“Lo farò, Gian. Lo farò domani, promesso.”

*Rebi e Gian, capitolo 5

Annunci

10 pensieri su “Su neve nebbia*

    • Ci sta riflettendo, sai, ml. Rebi è lì che pensa a come comporre il suo epitaffio. La responsabilità non è di poco conto, di tentativi con lui ne ha già fatti, ma Gian, lo sappiamo, è un osso duro.
      Le verrà fuori stanotte, di getto, come spesso le accade.
      😉

  1. Secondo me Rebi non vede l’ora di leggerlo sulla lapide, quell’epitaffio… carogna eh? Ma ripeto, oggi ho iniziato a leggerti, e la giornata è si e no, da 8.
    Però leggendo leggendo potrebbe arrivare pure a 220 (nessuna allusione elettrica….)

Scrivi un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...