In punta di dita

Lo vedi il turbinio continuo dei piccoli flutti che si increspano?
Il tremolio della superficie, il brillio delle congiunzioni,
il profilo luminoso dei vortici concentrici?
Stare in bilico su quei crateri è un esercizio ipnotico,
uno spazio di silenzio, in punta di dita.
Perché a forza di dirle, le cose, poi ci si stanca.

 

6 pensieri su “In punta di dita

Scrivi un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...