Le ragazze

le-ragazze

Talmente lontano da me da rimanerne colpita.

Droga, sregolatezza, guru, alcool, sesso, sporcizia, violenza, parole nel vuoto.

Siamo alla fine degli anni sessanta, c’è una Comune, una bambina di dodici anni che passa troppo tempo da sola, due genitori assenti, Le ragazze che covano il male e un doppio registro narrativo senza pretese.

Non è tanto come scrive e nemmeno come tesse la trama, è che Emma Cline ha poco più di vent’anni ed è capace di raccontare come chi ne ha cinquanta.
Come se avesse una vita alle spalle.
E invece ce l’ha tutta davanti.

“La seconda foto era la testa sfocata di qualcuno, vista da dietro mentre si girava, e fissai l’immagine per un lungo istate prima di rendermi conto che quella persona ero io.”

6 pensieri su “Le ragazze

Scrivi un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...