Le ha trovate lui *

Rose secche

Le ha trovate lui le rose giuste.

Le ha lasciate sul tavolino di legno dell’ingresso,
quello incastonato nel muro di pietra.

E’ un mazzo corposo di steli affastellati in geometria sparsa.
Così simbolico, così significativo.
Il calore del legno che penetra la solidità della pietra.
L’abbondanza sfacciata e il disordine domato.
Le foglie di sabbia che si chiudono accartocciandosi.
I petali di sangue raffermo.
I boccioli luminosi che paiono di cartapesta.

Queste rose me le ha lasciate lui.
Racchiudono l’universo opaco del nostro tempo che scorre.

*Fine

 

17 pensieri su “Le ha trovate lui *

  1. due mazzi di rose ricevuti e interpretati in modo diverso dai due protagonisti, più propositivo lui sia nei riguardi dei fiori (devo, devo, devo) che dell’amore tra loro, più fredda, disincantata (cinica?) lei che non a caso parla di opacità del tempo (e dell’amore)
    almeno così ho percepito le due parti.
    ml

Scrivi un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...